Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

La svolta verde: il primo biodistretto lombardo punta sull’agricoltura biologica

La Valtellina diventa pioniera in Lombardia con il riconoscimento del suo Distretto Biologico, promuovendo sostenibilità e innovazione nel settore agricolo.
  • Il Distretto Biologico della Valtellina segna una pietra miliare come il primo biodistretto in Lombardia, promuovendo un modello di sviluppo sostenibile.
  • Con oltre 1.900 ettari di superficie agricola biologica, il distretto mira a incrementare del 10% la sua estensione, valorizzando la biodiversità e le pratiche sostenibili.
  • La Regione Lombardia sostiene l'agricoltura biologica con un investimento di 93,2 milioni di euro dal 2014, dimostrando un forte impegno verso la sostenibilità e la valorizzazione del territorio.

La Regione Lombardia, seguendo le direttive della legge nazionale sull’agricoltura biologica n. 23 del 29 marzo 2022, ha ufficialmente riconosciuto il Distretto Biologico della Valtellina, situato nel Comune di Chiuro, Sondrio. Questo riconoscimento segna un passo significativo verso la promozione di un’agricoltura sostenibile e rispettosa dell’ambiente, coinvolgendo una vasta rete di realtà agricole, economiche, istituzionali e sociali all’interno del territorio provinciale che comprende 76 Comuni. Il Distretto Biologico della Valtellina si distingue come il primo biodistretto in Lombardia a ricevere tale riconoscimento, seguendo i criteri stabiliti dal MASAF (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) e approvati dalla Giunta regionale a dicembre 2023.

Con oltre 1.900 ettari di superficie agricola gestita secondo i principi dell’agricoltura biologica, il distretto comprende 15 aziende agricole e 3 operatori della filiera bio. Questi offrono una gamma diversificata di prodotti certificati, tra cui ortaggi, mele, patate, uva, frutti di bosco, zafferano, piante officinali, uova e miele, nonché formaggi tipici della Valtellina come le DOP Bitto e Valtellina Casera. Il piano quinquennale del Distretto mira a incrementare del 10% la superficie agricola biologica e, di conseguenza, il numero degli operatori certificati, promuovendo la sostenibilità e il miglioramento della qualità della vita nelle aree montane.

Un impegno verso la sostenibilità e la valorizzazione del territorio

Il Distretto Biologico della Valtellina rappresenta un modello innovativo di governance territoriale, dove cittadini, istituzioni, agricoltori e altri attori della filiera si uniscono per una gestione sostenibile del territorio, seguendo i principi dell’agricoltura biologica. Questo approccio non solo valorizza i prodotti tipici della Valtellina, ma promuove anche la conversione al metodo biologico, facilitando l’accesso degli operatori biologici alle procedure amministrative, stimolando l’aggregazione e la certificazione di gruppo.

Il Centro del Biologico della montagna alpina di Chiuro gioca un ruolo cruciale come hub per la divulgazione e la formazione nel settore biologico di montagna, contribuendo a diffondere le conoscenze e le pratiche dell’agricoltura biologica. La Regione Lombardia ha dimostrato un forte impegno verso questo settore, destinando 93,2 milioni di euro al sostegno dell’agricoltura biologica a partire dal 2014, con l’obiettivo di replicare il successo del Distretto Biologico della Valtellina in altre aree della regione.

Il contesto regionale e nazionale dell’agricoltura biologica

In Lombardia, si contano circa 3.500 imprese dedicate all’agricoltura biologica, che includono sia produttori sia trasformatori, con un’area totale destinata a questo tipo di coltivazione che ammonta a 56.500 ettari. Il Distretto Biologico della Valtellina si inserisce in un contesto nazionale dove l’agricoltura biologica sta guadagnando sempre più terreno, come dimostrato dal crescente numero di biodistretti e dalla loro capacità di promuovere pratiche agricole sostenibili e di valorizzare i territori in cui operano.

Bullet Executive Summary

Il riconoscimento del Distretto Biologico della Valtellina da parte della Regione Lombardia rappresenta un importante passo avanti verso lo sviluppo sostenibile e la promozione dell’agricoltura biologica. Con oltre 1.900 ettari di terreno coltivato biologicamente e una varietà di prodotti certificati, il distretto si pone come modello innovativo per la gestione sostenibile del territorio. L’impegno della regione, evidenziato dai significativi investimenti nel settore, sottolinea l’importanza di un approccio che valorizza la biodiversità e le pratiche agricole rispettose dell’ambiente. La nozione base di agricoltura correlata a questo tema è l’importanza della biodiversità e delle pratiche sostenibili per il mantenimento della salute del suolo e dell’ecosistema. Una nozione di agricoltura avanzata, applicabile al tema, è l’uso di tecnologie e metodologie innovative per migliorare l’efficienza e la sostenibilità dell’agricoltura biologica, promuovendo al contempo la salute del pianeta e delle comunità locali. Questo modello di sviluppo sostenibile offre una visione per il futuro dell’agricoltura, stimolando una riflessione personale sull’importanza di pratiche agricole che rispettino e valorizzino l’ambiente naturale.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

3 commenti

  1. Non è per esser polemico, ma l’agricoltura biologica è solo una modalitá per fare spendere di piú i consumatori. Dietro c’é sempre il grande business. Non ci cascherei troppo su queste nobili intenzioni…

  2. Fantastica notizia! Finalmente un passo verso la sostenibilitá e il rispetto del nostro pianeta. Bisogna incentivare questi progetti in tutta Italia, non solo in Lombardia.

  3. Peccato che tutto questo discorso del biodistretto in Lombardia si scontrerá con la realtá economica: l’agricoltura biologica non potrá mai sostenere la stessa quantitá di produzione della convenzionale. Sveglia gente!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *