Company name: Dynamic Solutions s.r.l.
Address: VIA USODIMARE 3 - 37138 - VERONA (VR) - Italy

E-Mail: [email protected]

Rinascita del Biologico: Crescita a Due Cifre in Europa nel 2023

Dopo un anno difficile, il mercato del biologico europeo riprende slancio con Germania e Paesi Bassi in testa. Ecco i dati e cosa aspettarsi per il futuro.
  • In Germania, il mercato biologico è cresciuto del 5% nel 2023, superando i 16 miliardi di euro.
  • La Francia ha visto un recupero del 2,3% per i principali distributori come Biocoop nel 2023.
  • In Italia, la grande distribuzione ha raggiunto il 58% delle vendite del biologico, con una crescita del 5% nel 2023.
  • Il mercato del biologico in Spagna è cresciuto del 6,2% nel 2023 rispetto al 2022.
  • Nei Paesi Bassi, le vendite di prodotti biologici sono aumentate del 42% rispetto al 2021.

Il 2023 ha segnato un punto di svolta per il mercato del biologico in Europa, dopo un 2022 caratterizzato da una contrazione significativa. Secondo i dati presentati da Eduardo Cuoco, direttore di IFOAM Organics Europe, durante una teleconferenza a Bruxelles il 23 maggio, il biologico ha ripreso a crescere in valore nei principali Paesi europei. Le prime indicazioni sul primo quadrimestre del 2024 sono promettenti e confermano un trend positivo.

In Germania, che rappresenta un mercato di riferimento, il biologico ha registrato una crescita del 5%, superando i 16 miliardi di euro, dopo una perdita del 3,5% nel 2022. Tuttavia, è importante non considerare questa crescita come una strada in discesa, poiché permangono incertezze sulle prospettive normative legate alla transizione green europea. I “nuvoloni neri” di due anni fa sembrano essere ormai alle spalle, ma la situazione rimane fluida.

La Crescita nei Principali Mercati Europei

In Germania, la distribuzione moderna e i discount hanno visto una crescita del 47% rispetto al 2019 e del 7% rispetto al 2022. I negozi specializzati hanno mantenuto i livelli di vendita tra il 2023 e il 2022, mentre canali come i mercati del contadino e i mercati settimanali hanno recuperato un 2% dopo una perdita del 18% nel 2022 rispetto al 2021.

In Francia, i principali distributori come Biocoop hanno recuperato il 2,3% nel 2023, contro una perdita del 6% nel 2022 rispetto al 2021. La tenuta delle vendite è stata interessante anche in Danimarca, dove il biologico mantiene la market share più elevata, con risultati positivi nel 2023 per latticini e ortaggi.

In Italia, i dati di IFOAM Europe indicano che la grande distribuzione ha raggiunto il 58% delle vendite del biologico, con una crescita del 5% nel 2023 rispetto al 2022, nonostante una perdita del 3% nel confezionato. I negozi specializzati coprono il 27% del mercato nel 2023, con un recupero del 4,5%. Altri canali di vendita hanno mostrato un recupero ancora più forte (+6%).

La Situazione in Altri Paesi Europei

In Spagna, il biologico ha registrato una crescita del 6,2% nel 2023 rispetto al 2022, con la grande distribuzione che copre il 50% del mercato, mentre i negozi specializzati si fermano al 34%. L’inflazione e il balzo dei prezzi non hanno portato a una recessione del mercato svizzero, che vale oltre 4 miliardi di franchi svizzeri, con un moderato aumento nel 2023 rispetto al 2022.

La situazione è positiva anche nei Paesi Bassi, con una crescita delle vendite di prodotti biologici del 42% rispetto al 2021, spinta principalmente dai prodotti freschi. Nonostante il rilancio dei consumi bio in Europa, l’incremento dei prezzi dovuto all’inflazione è stato inferiore rispetto al food convenzionale, avvicinando così i consumatori al biologico.

Bullet Executive Summary

In conclusione, il mercato del biologico in Europa sta vivendo una fase di ripresa significativa dopo un 2022 difficile. La crescita è evidente in diversi Paesi, con la Germania e i Paesi Bassi in prima linea. Tuttavia, permangono incertezze normative che potrebbero influenzare il futuro del settore.

Per chi è nuovo all’agricoltura biologica, è importante sapere che essa si basa su pratiche sostenibili che evitano l’uso di pesticidi e fertilizzanti chimici, promuovendo la biodiversità e la salute del suolo. Per chi è già esperto, un concetto avanzato da considerare è l’agroecologia, che integra principi ecologici nella gestione agricola, creando sistemi agricoli resilienti e sostenibili.

Questa ripresa del biologico non è solo una buona notizia per i produttori e i consumatori, ma rappresenta anche un passo avanti verso un’agricoltura più sostenibile e rispettosa dell’ambiente. Continuare a sostenere e investire nel biologico potrebbe essere la chiave per un futuro agricolo più verde e prospero.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)

3 commenti

  1. Scettico123: Ma siamo sicuri che tutto questo entusiasmo per il biologico non sia solo una moda passeggera? Con tutti gli aumenti di prezzo, la vedo dura…

  2. Bio_lover81: @Marco69, se continuiamo su questa strada e aumentiamo la consapevolezza tra i consumatori, possiamo farcela! La salute del pianeta viene prima di tutto 💚🌍

  3. Marco69: Finalmente una buona notizia per il biologico! Ma chissà se riusciremo veramente a mantenere questi livelli di crescita… 😅

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *